Depressione: sapere cosa dire e non dire

Depressione: dire o non dire, Wenceslao Vial, Maturità psicologica e spirituale, psicologia e vita cristiana                            

Affrontare la depressione con ottimismo

La depressione colpisce circa il 15% della popolazione mondiale. Le attuali circostanze di una pandemia di coronavirus, l'insicurezza e l'isolamento possono aumentarla. È fondamentale sapere cosa dire e non dire a chi soffre di depressione. Il primo passo è la prevenzione, seguita da una buona diagnosi. Si può vedere anche: Accompagnamento spirituale dei malati.


                A. Cose da non dire:

    1.  Devi darti una smossa, devi reagire
    2. Non devi star lì a pensare, devi svagarti, andare a divertirti
    3. In fondo ci sono tante persone che stanno peggio di te
    4. Non devi star lì a commiserarti, a piangerti addosso, devi reagire
    5. Sono tutte tue fantasie
    6. Devi crescere, non devi fare la vittima
    7. Non ti manca nulla per essere felice
    8. In fondo non stai così male, hai un ottimo aspetto
    9. È solo un po’ di stress, un po’ di riposo ed un buon ricostituente e passa tutto
    10. Le cose non sono poi così male, no?
    11. Devi uscire di più, devi svagarti
    12.  Hai bisogno solo di una donna (di un uomo)
    13. Dovresti fare più sesso, è quello che ti manca
    14. Fai come me, quando sono un po’ giù mi faccio un bel bagno caldo e dopo mi sento un altro
    15. Sorridi e il mondo ti sorriderà
    16. A tutti capita prima o poi di essere depressi
    17. Buttati nel lavoro
    18. Ma se non sembri nemmeno depresso
    19. Secondo me lo fai per attirare l’attenzione
    20. I giorni neri capitano a tutti
    21. Alla tua età dovresti goderti a pieno la vita, non stare qui a compiangerti
    22. Facendo così, non solo fai del male a te stesso, ma fai star male anche chi ti sta intorno
    23. Basta volerlo, con la volontà si può ottenere tutto
    24. Devi sforzarti di più, non devi abbandonarti come stai facendo
    25. Non avrei mai pensato che tu fossi così fragile
    26. Esci, vai a comprarti qualcosa che ti piace, vedrai che poi starai meglio
    27. Dovresti pregare di più, affidarti a Dio (come se la causa fosse una mancanza spirituale)
    28. Te lo sei cercato
    29. Non hai nessun motivo per sentirti così
    30. Alla tua età è normale essere depressi, la vita non ti riserva più niente di positivo
    31. È una tua debolezza
    32. Sono prove che ci manda il Signore (come se la causa fosse una mancanza spirituale)
    33. Di che cosa ti preoccupi? Dovresti essere contento, non ti manca niente
    34. Basta non pensarci
    35. Fai diventare depresso anche me
    36. Il mondo non è poi così brutto
    37. Non pensare al passato, buttati sul presente
    38. Devi trovarti un hobby, uno svago, un interesse
    39. E se ti capitasse qualcosa di veramente grave che cosa faresti?
    40. Forse ti ci vuole un forte dispiacere per scuoterti e farti reagire
    41. Butta via tutte le medicine e vedrai che starai bene
    42. Smettila di lamentarti e datti da fare
    43. Vai ad aiutare chi ha più bisogno di te e vedrai che ti passerà la voglia di lamentarti
    44. Dai troppo ascolto ai dottori, a dar retta a loro saremmo tutti ammalati
    45. Tutti abbiamo la nostra croce da portare
    46. Nessuno è responsabile della tua depressione
    47. Prenditi una bella vacanza e ti passerà tutto


             B. Cose da dire:

    1. Ti starò vicino e non ti abbandonerò nemmeno nei momenti più difficili
    2. È solo un periodo che passerà e ti aiuterò ad uscirne
    3. Ti posso offrire solo una spalla su cui piangere, ma almeno su quella puoi contarci
    4. La depressione è solo una malattia, non vuole assolutamente dire che tu sei un debole, un     incapace, che non sei i grado di affrontare i problemi né tanto meno che sei pazzo
    5. Devi convincerti che questa è una malattia e delle malattie non ci si deve vergognare: possono capitare a tutti
    6. Io ti posso stare vicino e cercare di fare il possibile per aiutarti, ma questo non può bastare, devi affidarti anche alle cure di uno specialista
    7. Capisco che per te è difficile e faticoso fare qualsiasi cosa, ma se ti appoggi a me possiamo  farcela
    8. Se hai bisogno di sfogarti puoi farlo con me, saprò ascoltarti e ti assicuro fin da ora che ciò che mi dirai rimarrà solo tra noi due
    9. Non sei pazzo, sei semplicemente depresso e la depressione è una malattia che si può curare
    10. [nelle prime fasi della cura] Lo psichiatra ti aveva avvertito che ci vuole un po’ di giorni per vedere gli effetti della terapia e che in questa fase sono più frequenti gli effetti collaterali: è quello che sta accadendo e devi perciò stringere i denti ed attendere, vedrai che poi incomincerai a stare meglio
    11. Devi metterti nelle mani di un buon psichiatra e seguire le sue cure ed i suoi consigli (o, se è già in cura: "ascolta il tuo psichiatra e segui le cure che ti ha prescritto")
    12. Io posso ascoltarti ed offrirti le risposte che il buon senso mi suggerisce, ma se senti il bisogno di un supporto psicologico parlane con lo psichiatra che potrà indicarti lo psicologo più adatto ai tuoi bisogni
    13. [ad un anziano] Ogni età ha i suoi aspetti positivi e quando avrai superato questa fase di    depressione tornerai ad apprezzarli come hai fatto fino a poco tempo fa
    14. Mi immagino le tue sofferenze e le tua angosce e ti sono vicino
    15. Dalle tue parole posso capire che cosa provi e posso immaginare quanto sia difficile per te  affrontarle
    16. [ad un anziano] La depressione può colpire tanto i giovani che gli anziani e le cure sono efficaci tanto negli uni quanto negli altri
    17. Quando questo sarà finito, la nostra amicizia/il nostro amore ne uscirà rafforzata/o
    18. Certamente il vederti soffrire così mi fa stare male, ma tu non devi preoccuparti di questo perché per le persone care si può sopportare tutto
    19. Non devi ringraziarmi, se ti sto vicino è perché è una mia scelta ed il migliore ringraziamento è vederti tornare a sorridere
    20. Appoggiati pure a me, cercherò di sorreggerti finché non tornerai a camminare con le tue gambe
    21. È difficile, per me che non l’ho provato, immaginare ciò che mi dici di provare, ma posso capire quanto soffri
    22. Sei comunque importante per me.
Fonte: www.depressione-ansia.it (con qualche modificazione, Wenceslao Vial)

Posta un commento

0 Commenti