HOME GLOSSARIO
Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2017

Celibato sacerdotale e personalità matura

Autotrascendenza e celibato sacerdotale
Prospettiva psicologica  Wenceslao Vial Mena
Introduzione             La nozione psicologica di autotrascendenza (Selbst-Transzendenz) indica la capacità essenziale dell’essere umano di uscire da sé, di superare i suoi condizionamenti interni ed esterni e dirigersi verso le realtà oggettive. È una disposizione costitutiva verso la trascendenza. Se il termine sono gli altri, sarà orizzontale; se è Dio, verticale. Si collega con la volontà di senso, quale movente dell’agire umano, che spinge alla ricerca del significato dell’esistenza. Alla luce dell’Assoluto, è un compito che ci aspetta e al quale siamo chiamati[1].
            In teologia quest’idea si può trovare ovunque: si parla all’uomo che s’interroga sull’esistenza, «con la sua apertura alla verità e alla bellezza, con il suo senso del bene morale, con la sua libertà e la voce della coscienza, con la sua aspirazione all’infinito e alla felicità»[2].
         L’essere umano fin da piccolo ha…

Dalla verità alla Verità: Pier Augusto Breccia

Il 20 novembre 2017 è morto a Roma il prof. Pier Augusto Breccia. I funerali sono stati celebrati mercoledì 22 nella chiesa centrale dell’Università Cattolica di Roma. In quella stessa università lui si era formato come medico, arrivando ad essere un grande cardio chirurgo. Negli anni 80 scoprì un altro dono di Dio: la capacità di dipingere. Da quel momento ha dedicato la sua vita all’arte, cercando di interpretare la verità, tramite la sua pittura ermeneutica. Quanti l’abbiamo conosciuto possiamo immaginarlo adesso alla presenza di Dio, vedendo perfetta e realmente la Verità piena. Lui diceva che prima toccava i cuori della gente con le sue mani, e poi, da artista, con le sue opere. La speranza cristiana ci fa pensare che Dio l’abbia ricevuto e riempito con il suo Amore.

Riproponiamo un articolo sulla cura del nostro mondo e l’enciclica Laudato Si’, ispirato ad un’opera dell’artista, che lui ha apprezzato. Riteneva giusta l’interpretazione della sua immagine e i comenti sinteticamente…