HOME GLOSSARIO
Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2016

L’ ideologia del gender fa danno ai bambini

Il Collegio Americano dei pediatri parla con urgenza di salute infantile e gender Gli interventi per modificare il sesso e l'ideologia del gender fa danno ai bambini. Si pubblica qui la traduzione di una dichiarazione medica del Collegio Americano di Pediatria, che fa vedere i rischi.
Dichiarazione del Collegio Americano di Pediatria
 L’American College of Pediatrician sollecita con urgenza agli educatori e ai legislatori di respingere tutte le politiche che condizionano i bambini ad accettare come normale una vita di contraffazionechimica e chirurgica del sesso opposto. I fatti - non l'ideologia - determinano la realtà.


1. La sessualità umana è un tratto binario oggettivo e biologico: "XY" e "XX" sono marcatori genetici di salute e non di un disturbo. La norma del disegno umano è sapersi maschio o femmina. La sessualità umana è binaria dalla sua progettazione, con lo scopo evidente di servire alla riproduzione e prosperità della nostra specie. Questo principi…

Gender Ideology Harms Children

The American College of Pediatricians urges educators and legislators to reject all policies that condition children to accept as normal a life of chemical and surgical impersonation of the opposite sex. Facts – not ideology – determine reality.
1. Human sexuality is an objective biological binary trait: “XY” and “XX” are genetic markers of health – not genetic markers of a disorder. The norm for human design is to be conceived either male or female. Human sexuality is binary by design with the obvious purpose being the reproduction and flourishing of our species. This principle is self-evident. The exceedingly rare disorders of sex development (DSDs), including but not limited to testicular feminization and congenital adrenal hyperplasia, are all medically identifiable deviations from the sexual binary norm, and are rightly recognized as disorders of human design. Individuals with DSDs do not constitute a third sex.1