Cerca nel blog

giovedì 7 aprile 2016

L’ ideologia del gender fa danno ai bambini



L'ideologia del gender fa danno ai bambini, psicologia e vita cristiana
 Traduzione di una attesa 

  l’American College of Pediatrician sollecita con urgenza agli educatori e ai legislatori di respingere tutte le politiche che condizionano i bambini ad accettare come normale una vita di contraffazione chimica e chirurgica del sesso opposto. I fatti - non l'ideologia - determinano la realtà.

1. La sessualità umana è un tratto binario oggettivo e biologico: "XY" e "XX" sono marcatori genetici di salute e non di un disturbo. La norma del disegno umano è sapersi maschio o femmina. La sessualità umana è binaria dalla sua progettazione, con lo scopo evidente di servire alla riproduzione e prosperità della nostra specie. Questo principio è evidente. Gli estremamente rari disordini dello sviluppo sessuale (DSDs), che includono ma non si limitano alla femminilizzazione testicolare e alla iperplasia surrenale congenita, sono tutti deviazioni medicalmente identificabili dalla norma sessuale binaria, e sono giustamente riconosciuti come disturbi del disegno umano. Gli individui con DSDs non costituiscono un terzo sesso.

2. Nessuno nasce con un genere. Ognuno nasce con un sesso biologico. Il genere (la consapevolezza e senso di sé come maschio o femmina) è un concetto sociologico e psicologico; non un concetto biologico oggettivo. Nessuno nasce con la consapevolezza di se stessi come maschio o femmina; questa consapevolezza si sviluppa nel tempo e, come tutti i processi di sviluppo, può essere danneggiato (deragliato) dalle percezioni soggettive di un bambino, le relazioni e le esperienze negative dalla prima infanzia in avanti. Le persone che si identificano come "sentirsi del sesso opposto" o "nella via di mezzo" non costituiscono un terzo sesso. Rimangono biologicamente uomini o donne.

3. La convinzione di una persona di essere qualcosa che lui o lei non è, è, nella migliore delle ipotesi, un segno di pensiero confuso. Quando un ragazzo biologicamente sano
crede di essere una ragazza o una ragazza biologicamente sana crede di essere un ragazzo, esiste un problema psicologico oggettivo che sta nella mente e non nel corpo, e dovrebbe essere trattato come tale. Questi bambini soffrono di disforia di genere. La disforia di genere (GD), precedentemente chiamata disturbo dell'identità di genere (DIG), è un disturbo mentale riconosciuto nella più recente edizione del Manuale Diagnostico e Statistico della American Psychiatric Association (DSM-5). Le teorie dell'apprendimento psicodinamiche e sociali di questi disturbi non sono mai state svalutate.

4. La pubertà non è una malattia e gli ormoni bloccanti della pubertà possono essere pericolosi. Che siano reversibile o meno, questi ormoni bloccanti inducono uno stato di malattia - l'assenza di pubertà - e inibiscono la crescita e la fertilità in una bambina precedentemente biologicamente sana.

5. Secondo il DSM-5, circa il 98% dei ragazzi con confusione sessuale e l’88% delle ragazze con confusione sessuale, accettano il loro sesso biologico dopo il passaggio naturale della pubertà.

6. I bambini che fanno uso di bloccanti della pubertà per impersonare l'altro sesso richiederanno ormoni sessuali dell’altro sesso nella tarda adolescenza. Queste ormoni (testosterone ed estrogeni) sono associati a pericolosi rischi per la salute, che includono ma non si limitato a questo, ipertensione, coaguli di sangue, ictus e cancro.

7. I tassi di suicidio sono venti volte più grande tra gli adulti che fanno uso di ormoni dell’altro sesso e sono sottoposti a chirurgia per cambiare di sesso, anche in Svezia, che è tra i paesi con più alta affermazione della cosiddetta LGBQT.
Quale persona compassionevole e ragionevole potrebbe condannare i bambini a questo destino, sapendo che dopo la pubertà ben l’88% delle ragazze e il 98% dei ragazzi alla fine accetteranno la realtà e raggiungeranno uno stato di salute fisica e mentale?

8. Portare ai bambini a credere che una vita che cerchi di rappresentare il sesso opposto con la chimica e la chirurgia è normale e sana costituisce una forma di abuso sui minori. Appoggiare una discordanza di genere come normale tramite l'istruzione pubblica e le leggi sarà confondere i bambini e i genitori, e porterà più bambini a presentarsi nelle "cliniche di genere", dove verranno somministrati loro dei farmaci bloccanti la pubertà. Questo, a sua volta, praticamente garantisce che essi "sceglieranno" una vita legata agli ormoni sessuali dell’altro sesso, cancerogene e tossiche, e come giovani adulti penseranno probabilmente all’inutile mutilazione chirurgica delle loro parti del corpo in buona salute.



Michelle A. Cretella, M.D.
President of the American College of Pediatricians
Quentin Van Meter, M.D.
Vice President of the American College of Pediatricians
Pediatric Endocrinologist
Paul McHugh, M.D.
University Distinguished Service Professor of Psychiatry at Johns Hopkins Medical School and the former psychiatrist in chief at Johns Hopkins Hospital
For a PDF version click here: Gender Ideology Harms Children.


21 di marzo 2016

2 commenti:

  1. Con questa dichiarazione si torna a dare spazio alla scienza in un argomento chiave per l'identità. Nel testo originale si trovano i riferimenti scientifici che supportano ogni affermazione.

    RispondiElimina
  2. Finalmente un po' di buon senso...

    RispondiElimina